Ecobonus 2019

 

Il bonus mobili ed elettrodomestici è una detrazione IRPEF per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

L'incentivo spetta a tutti i contribuenti assoggettati all'imposta sul reddito delle persone fisiche residenti in Italia e all'estero che essi siano:

  • Proprietario, usufruttuario o affittuario
  • Ditta individuale, familiare o società, solo se l'immobile non è un bene strumentale

Il bonus spetta anche al coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado sempre se conviventi con il proprietario o con chi possiede dell'immobile oggetto della detrazione.

Potrai scaricare fino al 50% su un massimo di 10.000 euro di spesa, comprensivi di eventuali spese di trasporto e montaggio. La detrazione sarà ripartita in dieci quote annuali di importo uguale. Inoltre, per usufruire dell'agevolazione è necessario che la data di inizio lavori sia anteriore a quella in cui sono sostenute le spese per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici.

Rientrano nei grandi elettrodomestici, per esempio: frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi per la cottura, stufe elettriche, forni a microonde, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

Per beneficiare dell'ecobonus presenta in sede di dichiarazione dei redditi la fattura e la copia del pagamento effettuato dove ci sia indicata la data di acquisto.

Modalità di pagamento compatibili:

  • Bonifico bancario (indicare come causale il numero dell'ordine generato dal sito CioppiShop e la data dell'ordine)*
  • Carta di credito o debito

*Nel bonifico dovrai indicare: Numero di ordine di CioppiShop (che poi verrà riportato nella fattura che verrà emessa successivamente alla spedizione), Nome e P.I. della società che vende il bene (puoi trovarli in basso nelle pagine del nostro sito), il codice fiscale del beneficiario della detrazione ed infine la richiesta di detrazione.
Esempio: Ordine n. XX123456 del 01/01/2019 a favore di D.O.B. s.r.l. p.iva 01508870084 per beni e servizi relativi ai lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati, beneficiario c.fisc AAABBBXXCXXDXXXE

Ricorda di conservare come documenti: l’attestazione del pagamento (ricevuta del bonifico, ricevuta di avvenuta transazione, per i pagamenti con carta di credito o di debito, documentazione di addebito sul conto corrente) e le fatture di acquisto dei beni.

arrow_upward